Ritratto di Pio IX

III.23. Ritratto di Pio IX
Carbone e gesso su carta color sabbia, cm 40,3×30,3

Il ricercato disegno che ritrae Pio IX, al secolo Giovanni Maria Mastai Ferretti, è posto in relazione con gli studi preparatori degli affreschi della Cattedrale di Capua. Questi furono commissionati al nostro dall’arcivescovo Cosenza, e dedicati alla Madonna di cui il pontefice, con la bolla Ineffabilis Deus, proclamò solennemente (1854), dopo secoli di confronti anche aspri e dopo aver consultato i vescovi dell’orbe, essere dogma della Chiesa l’immacolato concepimento. Il taglio stretto propone il papa, privo di qualsiasi ornamento, ripreso di tre quarti, mentre guarda al cielo con espressione ispirata; sulla testa lo zucchetto bianco da cui fuoriescono vaporose ciocche di capelli canuti. I caratteri somatici, viso pieno, naso leggermente adunco, doppio mento, sono rispondenti ai numerosi ritratti del pontefice che circolavano nel mondo cattolico; tra questi si segnala quello, a matita e pastello, di Francesco Podesti ora nella Biblioteca Apostolica Vaticana.
F.D.P.

Bibliografia: N. Paloscia, Catalogo illustrativo della Pinacoteca De Napoli, Bitonto 1898, n. 188; M. D’Orsi, Catalogo della Pinacoteca De Napoli in Terlizzi, Bari 1939, n. 106.
Scheda Catalogo Generale Soprintendenza BSAE della Puglia: 1600004346, Ch. Farese Sperken, 1974