Ritratto del Cardinale Giuseppe Cosenza

III.22. Ritratto del Cardinale Giuseppe Cosenza
Olio su tela, cm 45,3×37,5

Il ritratto a mezzo busto del cardinale Cosenza arcivescovo di Capua, conferma le capacità ritrattistiche di De Napoli che qui si sofferma con particolare vena realistica nella descrizione dei caratteri fisionomici dell’effigiato, esaltati dalla fonte luminosa che proviene da destra, a cominciare dalle labbra lunghe e sottili, il naso leggermente adunco, le gote scavate, la pelle flaccida del sottomento, la fronte alta e spaziosa segnata dalle numerose rughe. Lo sguardo pensoso e le ciglia aggrottate lasciano intuire il porporato immerso nei pensieri e nelle preoccupazioni del governo episcopale, mentre la stessa posizione del volto, girato verso destra, nulla concede allo spettatore. Sul capo indossa un inusuale zucchetto bianco. Il fondo privo di annotazioni ambientali e trattato con toni neutri, lascia meglio emergere il rosso purpureo della mozzetta sulla quale pende, assicurata da un laccio d’oro, la preziosa croce pettorale anch’essa d’oro con rubino al centro e castoni verdi sui bracci. Questo ritratto, che in verità mostra il Cosenza più giovane di quanto non compaia nel bozzetto a figura intera, è da datarsi intorno al 1855-1856 anni in cui De Napoli fu impegnato a soddisfare l’importante commessa ricevuta dall’arcivescovo per la Cattedrale di Capua.
F.D.P.

Bibliografia: N. Paloscia, Catalogo illustrativo della Pinacoteca De Napoli, Bitonto 1898, n. 446-447; M. D’Orsi, Catalogo della Pinacoteca De Napoli in Terlizzi, Bari 1939, n. 16, tav. III.
Scheda Catalogo Generale Soprintendenza BSAE della Puglia: 1600000020, Ch. Farese Sperken, 1974