La disfida di Barletta

II.14. La Disfida di Barletta
Olio su tela, cm 36×52

La Disfida di Barletta è un bozzetto presentato da De Napoli al Decurionato di Bari agli inizi del 1853 per il sipario del Teatro Piccinni. L’incarico gli fu dato dall’Intendente marchese Luigi Ajossa dietro suggerimento di Giulio Petroni ed accettato con lettera del 10 dicembre 1853 inviata dall’artista al sindaco Carrassi. Il tema, pugliese e italiano, popolare e patriottico, rievoca il duello fra tredici cavalieri francesi e tredici italiani, guidati da Ettore Fieramosca, confronto che ebbe luogo tra Andria e Corato durante la guerra franco-spagnola del 1503. Il bozzetto non trovò l’approvazione della Deputazione teatrale barese, che propose la trasformazione del soggetto in “Ritorno dalla Disfida”. De Napoli considerò la proposta della Deputazione, condizionata da preoccupazioni di ordine politico, irragionevole. Questo lavoro, dominato dalla scena del combattimento fra cavalieri, segna il passaggio dell’artista dai temi neoclassici a quelli romantici caratterizzati da scene storiche medievali e rinascimentali.
(V.B.)

Bibliografia: N. Paloscia, Catalogo illustrativo della Pinacoteca De Napoli, Bitonto 1898, nn. 526-528; M. D’Orsi, Catalogo della Pinacoteca De Napoli in Terlizzi, Bari 1939, n. 172; L. Zingarelli, Note bio-bibliografiche sugli Architetti, Pittori e Scenografi dei Teatri di Bari (1800-1854), in V.A. Melchiorre, L. Zingarelli, Il Teatro Piccinni di Bari, Bari 1983, p. 197.
Scheda Catalogo Generale Soprintendenza BSAE della Puglia: 1600000003, Ch. Farese Sperken, 1973