Cristo Eucaristico

IV.51. Cristo Eucaristico
Olio su tela, cm 51×30

L’opera raffigura il Cristo in posizione frontale, seduto e vestito di un manto blu sopra un’ampia veste rossa. Nella mano sinistra regge il calice, mentre con la destra stringe l’ostia eucaristica.
Si tratta di uno studio, abbastanza fedele, per la tela di analogo soggetto conservata nella Concattedrale di S. Michele Arcangelo a Terlizzi, commissionata dal’arcidiacono F.P. Vallarelli. Così Paloscia narra la genesi dell’opera: “E’ uopo qui, per la storia di questo dipinto, far menzione di una illustrazione della città nostra, del Rev.mo Arcidiacono F.P. Vallarelli. Promessogli un ritratto dal De Napoli, egli volle, per santo zelo di cristiana fede, sostituirlo con una immagine del Redentore, onde ornare nobilmente la Cappella suddetta. Il De Napoli lo accontentò eseguendo l’opera, che tuttora si ammira nella Cattedrale. Speriamo che la nobile idea del dotto Arcidiacono, glorificata dall’olocausto di un sicuro e prezioso ritratto, procuri al venerando uomo il plauso dei posteri” (Paloscia 1898, p. 11, n. 46). Al medesimo dipinto è riferibile anche un disegno a matita e carboncino su carta giallina conservato nella Pinacoteca terlizzese (D’Orsi 1939, p. 47, n. 100).
F.P.

Bibliografia: N. Paloscia, Catalogo illustrativo della Pinacoteca De Napoli, Bitonto 1898, n. 46; M. D’Orsi, Catalogo della Pinacoteca De Napoli in Terlizzi, Bari 1939, n. 179.
Scheda Catalogo Generale Soprintendenza BSAE della Puglia: 1600000305, Ch. Farese Sperken, 1972